Pastorale Giovanile

 

Giornata Mondiale della Gioventù 2016
Giovedì 3 luglio 2014, l’Arcivescovo metropolita di Cracovia, Card. Stanisław Dziwisz, ha presentato il logo e la preghiera ufficiali della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù.
Logo-GMG-2016-ITA_smallNella simbologia del logo si coniugano tre elementi: il luogo, i principali protagonisti e il tema della celebrazione.
Il logo della GMG di Cracovia 2016 illustra il brano di Matteo 5,7: “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia”, scelto come tema dell’incontro. L’immagine è composta dai contorni geografici della Polonia, dentro i quali si trova la Croce, simbolo di Cristo che è l’anima della Giornata Mondiale della Gioventù. Il cerchio giallo segna la posizione di Cracovia nella mappa della Polonia ed è anche simbolo dei giovani. Dalla Croce esce la fiamma della Divina Misericordia, i cui colori richiamano l’immagine Gesù, confido in Te. I colori usati nel logo − blu, rosso e giallo − richiamano i colori ufficiali di Cracovia e del suo stemma.
Il logo è stato creato da Monika Rybczyńska, una giovane di 28 anni proveniente da Ostrzeszów, piccola città della Polonia centroccidentale. Monika è designer ed editrice di video, laureata in comunicazione sociale all’Università di Varsavia, e ha disegnato il logo in Vaticano subito dopo la canonizzazione di Giovanni Paolo II, come ringraziamento per l’intercessione del Santo nella sua vita professionale.
Nella fase finale di perfezionamento del logo, Monika è stata aiutata da Emilia Pyza, una giovane di 26 anni che vive a Garwolin, vicino alla capitale polacca, e che ha compiuto i suoi studi all’Accademia delle Belle Arti di Varsavia, specializzandosi in grafica editoriale.
Durante la conferenza stampa di giovedì 3 luglio è stata presentata anche la preghiera ufficiale per la GMG di Cracovia 2016. La preghiera è composta di tre parti: nella prima si affida l’umanità e specialmente i giovani alla misericordia divina; nella seconda parte si chiede al Signore la grazia di un animo misericordioso; nella terza parte si chiede l’intercessione della Beata Vergine Maria e di San Giovanni Paolo II, patrono delle GMG.

Giovedì 3 luglio 2014, l’Arcivescovo metropolita di Cracovia, Card. Stanisław Dziwisz, ha presentato il logo e la preghiera ufficiali della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù.
Logo-GMG-2016-ITA_smallNella simbologia del logo si coniugano tre elementi: il luogo, i principali protagonisti e il tema della celebrazione.
Il logo della GMG di Cracovia 2016 illustra il brano di Matteo 5,7: “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia”, scelto come tema dell’incontro. L’immagine è composta dai contorni geografici della Polonia, dentro i quali si trova la Croce, simbolo di Cristo che è l’anima della Giornata Mondiale della Gioventù. Il cerchio giallo segna la posizione di Cracovia nella mappa della Polonia ed è anche simbolo dei giovani. Dalla Croce esce la fiamma della Divina Misericordia, i cui colori richiamano l’immagine Gesù, confido in Te. I colori usati nel logo − blu, rosso e giallo − richiamano i colori ufficiali di Cracovia e del suo stemma.
Il logo è stato creato da Monika Rybczyńska, una giovane di 28 anni proveniente da Ostrzeszów, piccola città della Polonia centroccidentale. Monika è designer ed editrice di video, laureata in comunicazione sociale all’Università di Varsavia, e ha disegnato il logo in Vaticano subito dopo la canonizzazione di Giovanni Paolo II, come ringraziamento per l’intercessione del Santo nella sua vita professionale.
Nella fase finale di perfezionamento del logo, Monika è stata aiutata da Emilia Pyza, una giovane di 26 anni che vive a Garwolin, vicino alla capitale polacca, e che ha compiuto i suoi studi all’Accademia delle Belle Arti di Varsavia, specializzandosi in grafica editoriale.
Durante la conferenza stampa di giovedì 3 luglio è stata presentata anche la preghiera ufficiale per la GMG di Cracovia 2016. La preghiera è composta di tre parti: nella prima si affida l’umanità e specialmente i giovani alla misericordia divina; nella seconda parte si chiede al Signore la grazia di un animo misericordioso; nella terza parte si chiede l’intercessione della Beata Vergine Maria e di San Giovanni Paolo II, patrono delle GMG.

 

Commenti chiusi