Please select facebook feed.

suor Mariaregina – progetti per la Missione

Iscrizioni al 1° anno di scuola

RELAZIONE DELLE ATTIVITÀ PER IL PROGETTO KIRIKU’
per l’anno 2018

 

Carissimi , come ogni anno  giungiamo a voi per inviarvi la relazione delle attività del PROGETTO    KIRIKÙ .

 

<<il PROGETTO KIRIKU  nato nel 2009, prende in carico bambini/e da 0 a 3 anni, senza distinzione di etnie, di religione, nati in famiglia molto povere; nati da mamma sieropositiva; orfani di mamma  deceduta al momento del parto.  Attraverso:
-Nutrizione, controllo del peso, cure sanitarie –vaccinazioni, accompagnamento nella loro crescita fisica, psicologica ed affettiva.>>  

 

Vi descriviamo  le attività del progetto che abbiamo potuto realizzare nel corso dell’anno 2018:

 

  • I bambini che abbiamo sostenuto sono soprattutto neonati:  abbiamo preso in carico  e seguito durante quest’anno 29  neonati e bambini.

 

Questi piccoli ci vengono inviati dai centri di salute, dall’ospedale, dalle parrocchie, o dalle famiglie che ci  conoscono.
Fra i bambini che il progetto Kirikù segue, i casi più frequenti  sono neonati orfani di mamma, che muoiono durante il parto o immediatamente dopo a causa di complicazioni.
Altri ci arrivono  nati da mamme ammalate di Aids che non possono allattare. Alcuni manifestano segni  di malnutrizione.
Spesso il neonato orfano viene accolto da famiglie della parentela, sempre povere, che non arrivano a sostenere un necessario nutrimento  e l’elevato costo del latte in polvere di cui ha bisogno. Qui non ci sono altre possibilità.

 

E difficile descrivere l’emozione che viviamo nell’accogliere queste vite fragili portate in braccio dalla nonna   che racconta come
la mamma è morta appena ha partorito il bambino, già  il papà, ci dice, era deceduto qualche mese prima….;
o la zia che racconta che la sorella è morta di parto gemellare  e che prende con sé i gemelli mentre ha già una famiglia numerosa;
e la ragazza madre sieropositiva che non può dare il suo latte al neonato;
E tanti altri casi di neonati , bambini malnutriti , orfani, gemelli (2e3),che hanno una storia di sofferenza fin dal primo vagito di pianto, ma che trovano un nuovo “berceau” con delle braccia che li accolgono, uno sguardo e una parola di amore che dice: “ Io mi prendo cura di te perché  VOGLIO CHE TU VIVA !”


Attraverso il progetto vogliamo  far sentire  a questi genitori adottivi o ammalati che non sono soli e che anche noi vogliamo che: Hammadou, Oussseini, Nada, Aichatou, Tadine, Rosine, Jean, Elisabetta e molti altri bambini………..abbiano una speranza di vita  e possano crescere ed essere la gioia di chi si prende cura di loro.

 

  • Attraverso un sostegno nutrizionale per i neonati e i bambini malnutriti ,perché possano avere una buona crescita ci impegniamo  ad aiutare le mamme e le  famiglie adottive  che non hanno dei  mezzi economici.

 

Facciamo degli interventi che variano dai 6 mesi ai 2  anni secondo la necessità del  neonato e della famiglia che l’accoglie.
Per l’alimentazione si interviene soprattutto con l’acquisto di latte artificiale e di farine  arricchite di cereali-soia-miglio.

 

  • Ad alcuni bambini più bisognosi, è stato dato un aiuto  per la salute, in particolare i neonati nati da mamme sieropositive, e  per l’igiene e il vestiario .

 

  • Ogni mese, attraverso il controllo del peso e dell’altezza, verifichiamo se c’è una buona crescita del bambino, controlliamo che abbiano fatto i vaccini richiesti. Ogni settimana  le mamme vengono a prendere il latte.

 

  • Inoltre, attraverso degli incontri di animazione, di consigli alle famiglie, si tenta di sensibilizzare e promuovere una maggiore attenzione e cura dei piccoli a loro affidati. Per questo si tengono laboratori sull’igiene, su una buona alimentazione, sulla salute e sull’importanza della vaccinazione e degli atti di nascita.

 

  • La visita alle famiglie ci permette di conoscere la realtà, intervenire secondo i casi più urgenti, creare collaborazione e partecipazione.

 

  • Il costo di un bambino in latte, varia da un minimo di 65.000 cfa (100€) a un massimo  di 210.000 cfa (320€) nel corso dell’anno solo per la nutrizione.

 

Foto relative al progetto Kiriku’ (2018) – clicca QUI

 

Carissimi a  voi tutti giunga  la nostra  profonda gratitudine per il sostegno, l’amicizia, il prendervi cura dei piccoli che ci avete manifestato durante  tutti questi anni. GRAZIE!
Continuiamo a essere  uniti a voi  nel ricordo e nella preghiera chiedendo per ciascuno/a di voi al Signore la sua benedizione .

Fraterni e cari saluti da noi suore della Divina Volontà di Maroua

Responsabili del Progetto   sr Blandinee Kounso con  sr Grazia Cremonese.

Coordina  sr Mariaregina Ranzato

 

 

Alunni in divisa

 


P-
Pagina-


RELAZIONE DELLE ATTIVITA’ DEL PROGETTO SILOE’

per l’anno 2018


Carissimi , attraverso questa relazione vogliamo informarvi come anche quest’anno abbiamo potuto seguire le attività del progetto Siloè.

Attraverso il progetto Siloe noi suore della Divina Volontà, continuiamo a dare una risposta, agli orfani di genitori morti di AIDS, alle famiglie confrontate con questa realtà; altri orfani che hanno perduto i genitori per cause diverse, insieme ad altre urgenze o nuove situazioni di bisogno e di continue povertà di famiglie, che incontriamo nel territorio.
Grazie a ciascuno di voi, attraverso la vostra generosità, amicizia e fraternità questo è possibile! GRAZIE!
SILOE’
Nel farci carico, accompagnare e sostenere i bambini orfani, i giovani, le mamme vedove, ammalate, le famiglie povere, coltiviamo la speranza per un avvenire migliore e dignitoso per loro e con loro attraverso gesti semplici e piccoli per far diventare uno spazio-luogo dove ognuno si sente accolto e amato.
Il progetto fin dal suo inizio, prende in carico i bambini/e da 0 a 15 anni, privilegiando quelli in età scolastica, del primo ciclo (le elementari), senza distinzione di sesso, di etnie, né di religione.
Attraverso: istruzione – cure sanitarie – nutrizione; accompagnamento nella crescita fisica, psicologica ed affettiva del bambino e all’interno della famiglia di accoglienza.
Nel corso di questi ultimi anni vediamo la necessità per i bambini delle classi elementari che terminano il primo ciclo di scuola di poter assicurare loro un sostegno scolastico per il 2 ciclo di scuola. (Liceo o scuola professionale). Ogni anno il numero degli orfani o di bambini poveri aumenta, essi crescono in età e aumenta anche il costo del progetto.
Attraverso delle BORSE DI STUDIO abbiamo pensato che questi ragazzi/e (dai 13-18anni) potranno continuare la scuola del 2 ciclo; OGGI più che mai diventano sempre più necessarie l’istruzione e la formazione, inoltre senza l’esame di maturità, i giovani non potranno avere un avvenire e le famiglie non sono in grado di sostenerne il costo.
Con il progetto si continua a seguire le mamme vedove e ammalate attraverso:
-una presenza solidale, visite mediche, cura, sostegno nutrizionale, piccoli progetti e le famiglie di accoglienza degli orfani in difficoltà.
Come previsto per l’anno 2018 Le attività realizzate per i bambini orfani, nei quartieri della città di Maroua sono state:
  • La registrazione di nuovi casi di famiglie e bambini orfani, di giovani. In questa nostra realtà siamo confrontate con situazioni di nonne che accudiscono i nipoti orfani dei loro genitori, gli zii, vedovi e vedove che restano con i loro bambini.
Con il 1 gennaio 2018 contiamo che i bambini orfani presi in carico per il progetto sono n°157 in n°59 famiglie di accoglienza.
Durante l’anno 2018 sono state seguite e prese in carico per il progetto n°68 famiglie di accoglienza e 173 bambini-orfani.
Per la fine dell’anno 2018 per alcune famiglie, la cui situazione famigliare ha avuto in qualche maniera un’ evoluzione positiva o i bambini hanno terminato il ciclo scolastico previsto e, altri casi hanno ricevuto un pronto aiuto di nutrizione e scolarità, il progetto di sostegno si conclude.
Iniziamo il 1 gennaio 2019 con la registrazione di n°66 famiglie di accoglienza e di n°167 bambini orfani che verranno presi in carico dal progetto restando aperte ai nuovi casi che incontriamo.
  • .Le visite a domicilio agli orfani  nelle  famiglie che li accolgono, ci permettono  di seguire ogni bambino dal punto di vista della scuola, salute, nutrizione, consigli .Sono momenti importanti di ascolto, di collaborazione, di vicinanza e di prossimità.
  • Gli incontri previsti con tutte le famiglie e tutti i bambini ci permettono uno scambio reciproco
una conoscenza maggiore dei loro problemi. Inoltre volta per volta ci sono dei colloqui personali con le famiglie per capire e definire il sostegno ai bambini e alle famiglie. Durante l’anno 2018 abbiamo realizzato 3 incontri di formazione: nel mese di giugno, agosto, dicembre con tematiche differenti d’animazione e sensibilizzazione per l’educazione dei bambini e la collaborazione con l’equipe del Progeto Siloé.
La fine dell’ anno abbiamo vissuto insieme un momento di festa e di convivialità con i famigliari e i
bambini.
  • IL   Sostegno scolastico, formazione professionale e accompagnamento
Il sostegno scolastico permette al bambino/a di frequentare la scuola, diritto negato spesso con la morte dei genitori; vengono inoltre effettuati gli atti di nascita a chi non ce l’ ha ancora.
Il sostegno  scolastico consiste nell’acquisto e distribuzione di materiale didattico (quaderni, bic, gesso, libri ecc.), divisa  di classe, di sport, quota di iscrizione e di  assicurazione.
Con l’inizio della scuola viene distribuito a tutti i bambini il materiale didattico (quaderni, libri, colori, zainetto …) e si procede per l’iscrizione scolastica.
– Dal punto di vista educativo chiediamo alle famiglie secondo le loro possibilità una piccola partecipazione per l’iscrizione del bambino, che permette loro una corresponsabilità e collaborazione per l’istruzione e l’educazione dei figli.
– Ogni trimestre in occasione della registrazione delle pagelle dei bambini, possiamo condividere con i genitori e i bambini i risultati scolastici, valorizzare l’impegno del bambino ed educare la famiglia perché assumi un ruolo importante nel percorso scolastico ed educativo.
– L’attività e l’iscrizione dei bambini nei differenti plessi scolari della città, ci vede molto impegnate nei mesi di settembre-dicembre; questo ci dona la possibilità di entrare in relazione con i direttori e maestri dei nostri bambini e ci permette un accompagnamento personalizzato.
– durante le vacanze i bambini partecipano ai corsi di rinforzo scolastico che vengono organizzati nelle diverse scuole e quartieri della città.
Per lo scorso anno scolastico 2017-18: Quasi tutti i 72 bambini che hanno frequentato le scuole elementari hanno avuto una buona riuscita a scuola ;2 ragazze hanno terminato la scuola professionale di taglio e cucito; anche tra i 47 ragazzi/e che hanno meritato la borsa di studio, abbiamo ottenuto un buon risultato.
Per il nuovo anno scolastico 2018-19: un totale di n°145 di bambini/e hanno ricevuto del materiale didattico:
– 93 bambini/e, sono stati iscritti alla scuola elementare e hanno ricevuto materiale didattico.
– 52 ragazzi/e che hanno meritato la borsa di studio, sono stati iscritti alla scuola secondaria e ricevuto materiale didattico. (fra questi una ragazzina cieca che frequenta il secondo ciclo e un ragazzo non vedente che frequenta una scuola speciale per imparare il braille); 1 ragazza iscritta alla scuola professionale di taglio e cucito.
  • Partecipazione alla nutrizione del bambino nelle loro famiglie di accoglienza
Il sostegno per l’alimentazione, è un diritto di ogni bambino che favorisce la sua crescita e diviene un sostegno anche alla famiglia di accoglienza .
Quest’anno le popolazioni sono state confrontate con la “famine”.A causa delle scarse piogge e la siccità il prezzo dei cereali è andato alle stelle.
A tutte le famiglie durante i mesi di luglio è stato distribuito 1 sacco di Mais di 100kg.
Sono stati distribuiti inoltre durante quest’anno secondo le previsioni, le necessità alle famiglie di accoglienza: riso, zucchero, olio e altri generi alimentari.

  • Partecipazione alle cure sanitarie dei bambini
Il bambino ha diritto alla vita, alle cure sanitarie e alla prevenzione delle malattie.
In collaborazione con centri ospedalieri e dispensari abbiamo potuto seguire i bambini per le diagnosi e cura: Tutti i bambini di età da 0-14 hanno beneficiato di cure sanitarie per :malaria, malattie polmonari –diarree, febbre..)e per l’igiene con distribuzione di sapone secondo le necessità.
Seguiamo con particolare attenzione, dal punto di vista sanitario e alimentare, i 7 bambini orfani sieropositivi(HIV+).
  • L’Aiuto alle famiglie più bisognose
Alla riapertura delle scuole o per le feste, i bambini e le famiglie più povere hanno beneficiato di alcuni capi di vestiario necessari.
Inoltre sono state sostenute alcune famiglie che non potevano pagare l’affitto e altre urgenze per riparare la casa ,o piccolo commercio, e cure sanitarie.
In particolare è stato dato un sostegno sanitario e psicologico nei confronti di alcune mamme vedove e ammalate con a carico i figli (HIV)

 

Foto relative al progetto Siloe‘ (2018) – clicca QUI

 

 

L’EQUIPE DEL PROGETTO SILOE’
L’equipe del progetto è formata dalle suore della nostra Congregazione della “ Divina Volontà “: sr Lucie MADJELE, sr Grazia CREMONESE sr Blandine KOUNSO.
  • La Coordinatrice del progetto siloe: suore della divina volonta’
Suor MARIA REGINA RANZATO reginaranzato@yahoo.fr Maroua gennaio 2019





.

.

“…Come di consuetudine a fine gennaio 2019 invieremo una relazione sul nostro vissuto e sui Progetti attivati per raccontarvi della nostra presenza ed esprimere riconoscenza per tutto quello che abbiamo potuto realizzare grazie alla solidarietà di amici e conoscenti.”

PROGETTO FLAMBOYANG nato per essere vicini alle popolazioni che sono fuggite dalle incursioni di BokoHaram che hanno bruciato case, saccheggiato villaggi, ucciso persone, rapito, arruolato bambini…
PROGETTO SILOÈ per i bambini orfani: attraverso un sostegno per la scuola , per la salute, per la nutrizione; per le mamme vedove e ammalate con una presenza solidale, le visite mediche e la cura.
PROGETTO KIRIKU in favore del neonati e bambini piccoli , nati in famiglia molto povere ,nati da mamma sieropositiva,orfani di mamma deceduta al momento del parto.
ATTI DI NASCITA per i bambini poveri che non hanno ancora questo riconoscimento e che non possono altrimenti continuare la scuola dopo le classi elementari .
BORSE DI STUDIO per il sostegno alla scolarizzazione di ragazzi /e poveri.
Sostegno al Progetto “DONNE DA CRESCERE” per garantire alle giovani del nostro quartiere la possibilità di continuare gli studi dopo le elementari con un recupero/sostegno scolastico , con corsi di ripetizione e promuovendo attività ricreative e formative
Interventi legati al bisogno di chi bussa continuamente alle nostre porte .

 

Gruppo donne associazione Sarepta

I commenti sono chiusi.